Alzato il sipario sui terzi Giochi del Veneto

speranzon-bardelle

Si è alzato il sipario sulla terza edizione dei Giochi del Veneto. Nella sede della provincia di Venezia, a Mestre, l’assessore provinciale allo sport, Raffaele Speranzon, e il presidente del Coni regionale del Veneto, Gianfranco Bardelle, hanno presentato l’edizione 2013, che si svolgerà a Caorle dal 23 al 26 maggio, della manifestazione lanciata quattro anni fa a Chioggia.
«È con grande soddisfazione che la nostra provincia ospita la terza edizione dei Giochi del Veneto – ha detto Speranzon –  La crescita di questo evento dimostra di quanto sia stata lungimirante questa idea. Una tre giorni in cui i giovani si potranno confrontare lealmente in discipline sportive ampiamente diffuse, e in altre meno note ma emergenti, con l’attesa partecipazione del Comitato paralimpico che darà spazio a manifestazioni dimostrative degli sport praticati da atleti disabili e che permetterà di eliminare certi “steccati”, perché lo sport è aperto a tutti. Un appuntamento che non va visto solo dal punto di vista sportivo. Auspichiamo infatti una massiccia presenza delle famiglie che tiferanno per i loro figli durante le gare, e di visitatori appassionati che potranno anche “gustarsi” le bellezze del nostro territorio costituito da notevoli richiami artistici e museali, da un paesaggio unico sospeso fra la terra e l’acqua, e da risorse enogastronomiche straordinarie. Lo sport ha infatti la capacità di aggregare, ed è anche un motore di traino per l’economia turistica. Lo sport è inoltre un fenomenale strumento per promuovere il territorio. Per noi amministratori poter salutare un simile evento rappresenta dunque una grande soddisfazione e un onore: da una parte vediamo l’impegno dei ragazzi nei vari sport, dall’altra presentiamo con orgoglio la nostra meravigliosa provincia di Venezia. Siamo convinti che Caorle, come già dimostrato in passato, saprà organizzare nei minimi dettagli questo grande evento sportivo. Un grazie al Coni e al comune di Caorle che hanno saputo fare squadra e portare avanti un obiettivo importante per la nostra realtà veneziana».
A Caorle sono attese 33 federazioni e circa 2.700 atleti: «Quando abbiamo lanciato la formula dei Giochi, nel 2009ha ricordato Bardelle – Il Veneto ha tanti eventi sportivi importanti. Perchè, ci siamo chiesti, non riusciamo a mettere assieme tutto il movimento, il secondo in Italia? Era una sfida, quella di superare le pareti tra le singole federazioni. Oggi si può dire vinta, con il boom di partecipazione di Caorle, con 33 federazioni presenti. Con la partecipazione anche di grandi federazioni come basket e calcio abbiamo completato “l’arco costituzionale” del Coni: le poche federazioni che non sono presenti a questa edizione dei Giochi del Veneto sono rimaste fuori solo per problemi relativi al loro calendario agonistico».
Bardelle ha parlato anche degli eventi che affiancheranno le manifestazioni sportive: «Giovedì 23 maggio apriremo la mostra “Maglia Azzurra”, curata dall’Associazione Azzurri d’Italia. Alla sera avremo degli spettacoli in piazza, mentre sabato mattina sarà un importante momento di riflessione con il forum “Sport&Turismo”. Con degli esperti parleremo dell’impatto dello sport sul settore turistico. Lo sport infatti è gioco e divertimento, ma anche impatto economico. Per questo il movimento sportivo dovrebbe avere più amici nelle istituzioni, come quelli che ci ospitano oggi e quelli che a Caorle e nei comuni limitrofi (Eraclea, Ceggia, San Stino di Livenza, Fossalta di Portogruaro, Jesolo, Concordia Sagittaria e Torre di Mosto) ci hanno messo a disposizione gli impianti sportivi».
Annunciati anche gli atleti olimpici che saranno presenti all’accensione del tripode la sera del 25 maggio: Rossano Galtarossa, Giacomo Crosa, Michele Mafferi e Gabriella Dorio.

Questa voce è stata pubblicata in Caorle 2013, News e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.